Salta al contenuto principale
Contenuto

L’Università di Trieste per la sostenibilità

Image
logo sostenibilità

L’Università di Trieste fornisce il suo contributo al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile attraverso la sua attività di governance, organizzativa e amministrativa, con l’attività didattica, l’attività di ricerca e con l’impegno pubblico e sociale di Terza Missione

Un importante ruolo organizzativo viene svolto in relazione alle diverse dimensioni della sostenibilità:

  • dai diversi Collaboratori e Delegati del Rettore, in particolare i Delegati per la sostenibilità, per le Politiche per l'inclusione dei bisogni speciali, per Condizioni di lavoro, salute e sicurezza dei lavoratori; i Collaboratori per la Terza missione e divulgazione scientifica, per l’Edilizia e energia; il Waste Manager ed il Mobility Manager
  • dal CUG-“Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni”
  • dal Servizio Disabilità e Disturbi specifici dell'Apprendimento (DSA), dalla Consigliera di Fiducia”.

Il piano strategico di Ateneo 2023-2026, conferma e rafforza la rilevanza dei principi e criteri di sostenibilità che l'Università di Trieste si è data, nella visione strategia, negli obiettivi di sviluppo e negli ambiti di intervento prioritari. 

Rapporto di sostenibilità

L’Ateneo pubblica annualmente il suo “Bilancio sociale integrato”, costituito dagli “Indicatori di performance sociale” e dal “Rapporto di Sostenibilità”, con l’obiettivo di rendicontare gli impatti economici, sociali e ambientali collegati alle sue attività, nonché di illustrare l’impegno nel contribuire alla costruzione di un modello di sviluppo sostenibile, nel pieno rispetto della responsabilità sociale dell’Ateneo. 

Nel documento viene messo in evidenza come le attività dell’Ateneo contribuiscano a raggiungere i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell'ONU per lo Sviluppo Sostenibile.

Ranking sulla sostenibilità

L’Università di Trieste partecipa al Green Metric Ranking che ha l'obiettivo, rivolgendosi alle Università di tutto il mondo, di porre l'accento sui temi della sostenibilità e dell'ambiente; particolare attenzione è rivolta alle dimensioni del cambiamento climatico, della gestione di acqua, energia e rifiuti, mobilità, alla formazione e alla ricerca.

L'attività didattica, oltre a preparare i giovani al mondo del lavoro, svolge allo stesso tempo la funzione sociale di educare le nuove generazioni a comportamenti sostenibili, formando cittadini/e responsabili.

L’Università di Trieste contribuisce a tale obiettivo attraverso i suoi corsi di laurea, laurea magistrale, i dottorati e in generale l’offerta post-lauream, nonché con l’attività del CIRD-Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica. A tal fine l’Ateneo offre sempre più insegnamenti e percorsi formativi innovativi ed interdisciplinari, con una crescente attenzione ai temi della sostenibilità. Di particolare interesse:

  • i Corsi di laurea magistrale in “Ecologia e sostenibilità dei cambiamenti globali” e "Scienze per l'ambiente marino e costiero" (realizzato in convenzione con l'Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica)
  • il Master interateneo di I livello in “Economia circolare. Ciclo integrato dei rifiuti”
  • il Master di II livello in “Sustainable Blue Economy” organizzato in collaborazione con l’OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale
  • il Dottorato in "Circular Economy"
  • la partecipazione al progetto T4EU-Transform4Europe, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di un ambizioso progetto di progettazione di un’Università Europea caratterizzata da sostenibilità, strutture di governance comuni e di servizi condivisi, con un importante coinvolgimento dei territori e delle macro-regioni
  • la Summer School on Energy “Giacomo Ciamician” organizzata dal Il Centro Interdipartimentale per l'Energia, l'Ambiente e i Trasporti "Giacomo Ciamician".

L’attività di ricerca universitaria è orientata a creare uno spazio transdisciplinare per trovare risposte e soluzioni alle sfide future, con l’obiettivo di contribuire alla sostenibilità̀ ambientale, economica e sociale della collettività.

L’Università di Trieste persegue tale obiettivo attraverso le sue dieci strutture dipartimentali, i centri interdipartimentali, la partecipazione ai centri interuniversitari, agli spin-off e alle start-up del sistema di trasferimento tecnologico.

I progetti di ricerca, gli accordi e le reti di collaborazione attivati, le pubblicazioni scientifiche (ArTS) ed i brevetti registrati testimoniano una crescente attenzione ai temi della sostenibilità.

 

L’Università di Trieste contribuisce sui temi della sostenibilità allo sviluppo e al benessere della società, attraverso il dialogo e la collaborazione con gli enti pubblici, le imprese e le varie realtà sociali, attraverso il coinvolgimento delle diverse componenti universitarie.

In tale contesto, l’Ateneo ha aderito nel 2017 alla Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus), prima esperienza di coordinamento e condivisione tra tutti gli atenei italiani impegnati sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale.

Ultimo aggiornamento
Ultimo aggiornamento: 24-01-2024